Messaggi di Gesù Cristo

Venerdì, 18 de Agosto de 2017

Messaggi mensili
APPARIZIONE MENSILE DE CRISTO GESÙ, TRASMESSA NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, MINAS GERAIS, BRASILE, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN

A volte non posso contare tutta la verità ai Miei compagni, perché non la sopporterebbero.

Per questo oggi, coi Miei Piedi scalzi, tocco questo sacro suolo per benedirlo di nuovo, proteggerlo e custodirlo per mezzo del Mio Sacro Cuore.

Il tempo dell’Universo si è fermato, perché il vostro umile Pastore ha entrato nell’orbita di questo pianeta, attraverso questo portale di pace, per ausiliare il mondo.

L’umanità non conosce ancora il vero scenario della fine dei tempi.

Tutto quello che vedete alla televisione è una piccola illustrazione della verità, perché esistono ancora dei segreti peggiori, che li mantengono nascosti sotto le chiavi delle porte incerte.

Io vengo a portare la Mia Luce su di questa realtà.

Io vengo a portare coscienza ai Miei compagni, affinché nei momenti più critici che si avvicinano non stiano dormendo, cosi come hanno dormito i Miei apostoli nel Getsemani, e sono stati caduti in tentazione.

Vi invito a essere svegli, aldilà del vostro risveglio.

Non parlo solo di uscire dal sogno, parlo di uno svegliare  spirituale, di una estrema vigilanza davanti agli eventi che vi circondano tutti i giorni e sui quali sapete di loro l’uno percento.  

Oggi, ai Miei Piedi, porto la realtà planetaria, e spero che quelli che si sono consacrati al Mio Sacro Cuore pronunciando dei voti di vita, li compiano.

Non vengo a giudicare le vostre difficoltà, nemmeno le vostre imperfezioni.

Voglio che Mi diate, quello che potete darmi, perché attraverso di quello che Mi date, Io posso aiutare il mondo.

Le braccia, le mani ed i piedi, con i quali conto, non Mi bastano, per realizzare quest’Opera di servizio mondiale.

Ho bisogno di che i vostri talenti stiano disponibili per Me, perché intanto che i vostri talenti non sono disponibili, milioni di anime disperano e molte sono vittime della morte, dell’ingiusta morte.

I sigilli dell’Apocalisse si stanno aprendo. Quando il settimo si apra, tutto si slegherà. Nessuno potrà scappare da questo.

Non vengo a portarvi terrore, ma coscienza.

Aspiro che possiate uscire da voi stessi tutti i giorni. Che non diate lavoro, ai vostri fratelli di cammino. Che in questi tempi compiate, con il Dono col quale siete venuti ad offrirmi.

Non perdiate il tempo nelle cose superficiali. Voi siete stati chiamati da Me, voi avete accolto la Mia chiamata, nel corso dei tempi.

So che questa estrema consegna, non è per tutti, ma non vengo a chiedervi l’impossibile.

Ho bisogno di che Mi accompagnate con maturità in questi tempi.

Smettete d’essere bambini, e da questo momento, siate i Miei apostoli, i Miei guerrieri della pace, servitori incondizionati del Mio Cuore.

Perché le guglie dell’orologio continuano a girare e gli avvenimenti si precipitano, l’uno sull’altro.

Chi fermerà queste correnti di malvagità nel mondo?

Ho bisogno di che le Mie fondamenta siano pronte affinché Io possa ritornare. E questo succede attraverso i vostri cuori e la vostra consegna. Fino a quando questo non accada, non ho il permesso, né l’autorità per ritornare.

Non vi sto facendo un reclamo. Non vi sto restando valore ai vostri sforzi e nemmeno i vostri sacrifici, che sono visibili al Mio Cuore Misericordioso.

Necessito che siate maturi e leali. Voi sapete, compagni Miei, che questo, non sta succedendo.

Nel frattempo il Mio Cuore è flagellato dal mondo, nel vedere tante vittime nell’ abisso della morte.

Chi le salverà? Chi darà la vita per esse? E parlo non solo dell’umanità. Ma di tutto quello che, ai vostri occhi è invisibile.

Oggi vengo a dichiarare la Mia preoccupazione per l’umanità.

Ho il potere di fermare tutto quello che succede, ma molti scelgono la via della sofferenza. E il  Mio Cuore è cosi pieno di Misericordia, come un calice che trabocca e comunque non è ancora bevuto da nessuno.

Sento, in Me le piaghe del pianeta.

Ascolto attraverso i Miei Uditi, il pianto delle vittime nel deserto, nel deserto di questa transizione planetaria.

Necessito che vi uniate definitivamente, veramente. Perché in verità vi dico, compagni, non ne lo sembrate più. Non è buono per voi, né per la Mia Opera nel mondo.

Sono venuto a convocare i cuori inesperti, vite in redenzione, cuori in trasformazione.

San Giuseppe, è il cammino per raggiungere l’obiettivo.

Lui si è offerto a Me, in estremo sacrificio, per quelli che persevereranno, e seguiranno i Suoi insegnamenti, passo a passo.

Poiché Lui è l’esempio di una possibile e vera umanità, portatrice di una nuova coscienza.

Nel frattempo, San Giuseppe, fa l’impossibile finché il Mio Progetto si compia nell’umanità.

I Messaggeri Divini facciamo l’irraggiungibile per mezzo di tutte le creature, per compiere l’impossibile.

Oggi vengo a parlarvi, del Principio della maturità spirituale, perché dall’ultimo 8 agosto, tutto è cambiato, molto più di quello che sembra, e di tutto ciò che conoscete.

Dovrei collocare i Miei servitori nei posti di conflitto.

Dovrei arrivare per mezzo delle loro vite, ai luoghi più caotici, affinché attraversino tutte le difficoltà, senza perdere l’impegno e la speranza affinché Io possa collocare la Mia Spada nel monte più alto di questo pianeta.

In quel momento tutto cadrà e sarà la fine della corruzione umana.

La Terra si aprirà come una madre pronta a dare alla luce.

Tutto si purificherà e nessuno potrà fermarlo e arriverà l’ora della grande Redenzione.

E Come in una notte di stelle, arriverò in silenzio, anche se molti staranno agonizzando, soffrendo le conseguenze di questi tempi e di tutti quelli che vi governano.

Porterò sulla Mia Schiena la Croce della Salvezza e non porterò più il debito dell’umanità, ma porterò la Croce luminosa di Emmanuel per illuminare il mondo, nei quattro angoli del pianeta.

Molte nazioni saranno l’una contro l’altra. Ma non disperate, l’apparente cattività arriverà alla fine e tutti potranno vederlo consciamente, fino a che si ponga fine all'autodistruzione dell’umanità.

Vengo a portarvi un messaggio di Saggezza, vengo a irradiarvi il Mio Discernimento.

É ora di crescere, non solo interiormente, ma anche esteriormente.

Ognuno sa quello che deve maturare; che ognuno assuma il suo posto in questa transizione, perché non c’è più tempo.

Vi ricorderete di questo messaggio quando tutto accada, e le vostre anime si dovranno servire dell’energia della Mia Luce, per stare al di sopra degli eventi, senza indifferenza.

Perché cosi, potrete accompagnarmi, e potrò appoggiare il Mio stanco Corpo su di voi, appoggiare la Mia Testa sulle vostre spalle, affinché come Giovanni, alleviate il vostro Signore.

Alleviate il vostro Signore. Alleviate il vostro Signore. É l’unica cosa che vi chiedo e potrete stare nella Mia Pace.

Alleviate i vostri fratelli, alleviate quelli che vi guidano e sarete nella Mia Pace.

Alleviate Il Padre Eterno e starete nel Suo Piano D’amore.

Non dare lavoro dove non esiste. Non creare delle complicazioni dove non ce ne sono.

Siate intelligenti, molto più del Mio nemico e attraverserete i ponti per il Mio Regno. Così non ritarderete i vostri passi, non ritarderete Il Mio Piano.

Oggi, Mi confesso come un figlio si confessa con suo padre.

Oggi, Mi rivolgo come un maestro si rivolge ai suoi discepoli e anche lui mostra le proprie preoccupazioni. Ma non la preoccupazione come la comprendete voi in questa vita terrena. Io la chiamerei di “impotenza celestiale” come quella che vivono alcuni dei vostri compagni quotidianamente.

Ora comprendete il compromesso di essi che si consacrano a Me?

Io non vengo a consegnare delle alleanze che vengono gettate per terra o nascoste nella polvere.

Vengo a riconoscere quello che avete nel vostro interiore. E non ho dei dubbi, perché nonostante che sono stato un uomo e sono stato incarnato in questo mondo, nel Mio Regno già non esistono più dubbi, quelle sono del Mio nemico, che confonde i cuori e li svia dal Mio cammino di Redenzione.

Vi invito nuovamente ad essere intelligenti e, come un esercito di Luce, chiudere le porte per colui che è il Mio rivale non possa così entrare attraverso nessuna fessura.

Il Mio Manto di Luce sarà sempre su di voi, ma se un giorno non lo è più, osservate se non l’avete tolto dalle vostre teste e vi siete allontanati da Me, al punto che Io non vi possa raggiungere.

Le Nazioni del mondo hanno bisogno di molta Misericordia.

Vengo a rafforzare le preghiere per l’America Latina, anche per il mondo intero. Il nuovo Eden non deve essere dissipato dalle menti che hanno fede in esso. La speranza è la base per quel nuovo Eden.

Voglio che tutti i Miei inseguitori, a partire dal giorno di domani possano ricevere questo messaggio. E tutti quelli che ne lo richiedono lo riceveranno. Avete il Mio Permesso per fare questo. Questo messaggio dove arrivare a tutto il mondo ed in tutte le lingue possibili.

Ringrazio che da qualche parte del mondo, conoscendo o no, la Mia Opera, qui a Sudamerica, le anime si offrono per trascrivere e tradurre il Mio Messaggio, affinché molti di più sappiano che Sono qui accompagnandoli in questi tempi di oscurità, cosi come accompagno la Mia Chiesa nell’agitazione e tremore della sua barca. Ma vi ho già insegnato che tutto può invertire.

Dissi una volta a Pietro quando eravamo nel mare della Galilea: di cosa hai paura Simone? Se il tuo Maestro cammina sulle acque, credi che la tua fede lo impedirà? Esci dalla barca e cammina verso l’incontro del Mio Sacro Cuore! La tua fede può essere così incrollabile come una montagna. Io ti do la forza per fare tutte le cose.

E Simone camminò sulle acque. Senza rendersi conto si allontanò dalla paura ed entrò nel Mio Amore, nel Universo del Mio Amore.

Vi Invito ad attraversare questi tempi con molta, molta fede.

Il terrore potrà essere grande, il sangue che scorrerà nel mondo potrà essere interminabile, ma nessuno può superare Dio.

Gli uomini dovranno capire che sono lontani da Dio, che hanno dato le spalle al Regno Universale della Luce. Per questo, Lui invia Il Suo Unigenito, per dare forza e coraggio ai cuori semplici e buoni.

Questa notte vengo a offrirvi la Mia Comunione, perché è questo Sacramento che vi restaurerà sempre.

Chiediamo al Padre la Sua Misericordia attraverso i Suoi figli, perché nei Suoi figli è presente la Misericordia di Dio; soprattutto in quelli che credono nella Sua Divina Fonte e concretizzino il Suo Piano in questa superfice.

Seminate nei vostri cuori i Miei Codici di Luce e tutto potrà compiersi cosi come ha chiesto Mio Padre; la sofferenza cesserà e le anime ritroveranno l’amore e la speranza.

Così sia.

Non abbiate paura di che il vostro Maestro vi consegni delle rivelazioni definitive e travolgenti.

Ho bisogno di che Mi accompagnate con la stessa Saggezza che Io ho, con lo stesso Amore che Io vivo, con la stessa Misericordia che Io esprimo, per questa amata umanità.

Frate Elías del Sagrado Corazón: Cantiamo i Nomi di Dio, in richiesta di nostro Signore.

Oggi consacro questo Sangue come il Mio Sangue di Vita, per il sangue che viene versato nel mondo, per le vittime che soffrono l’ingiustizia umana, in ogni nazione del mondo.

Oggi consacro questo pane, come il Mio Corpo, per le anime che sono mutilate, sfruttate; per le anime che sono vittime della schiavitù e che sono in cattività; per le anime prigioniere a causa dell’uomo; per le madri che abortiscono i suoi figli; per i bambini che sono venduti e scomparsi nel mondo; per gli anziani che vengono maltrattati; per le anime che patiscono malattie negli ospedali e ricevono solo disprezzo, senza conoscere l’amore consolatore.

Oggi il Mio Cuore si compiace per ognuna di queste anime, per le anime che nulla hanno da mangiare, ma solamente vivono nella preghiera in attesa di una Grazia Maggiore.

Oggi offro questo Sacramento per i Regni della Natura che silenziosamente vengono oltraggiati; per gli animali che vengono disprezzati, che vengono uccisi e serviti, ingiustamente, come un lusso sulle tavole dei ricchi.

Per tutto questo sangue ingiustamente versato, per quelli che non conoscono Dio, e che induriscono i loro cuori all’Amore Eterno, offro questa Comunione e chiedo a ognuno di voi che così ne lo faccia, perché questo sarà il Mio ultimo intervento per l’umanità, prima di che tutto accada.

Che i vostri cuori siano coraggiosi per offrire questo sacrificio a Me, anche se non siete preparati.

Io raccoglierò le vostre suppliche, così come sempre l’ho fatto, per depositare esse come petali di luce, ai Piedi del nostro Creatore.

Perché nonostante tutta la sofferenza del mondo, grande è la Sua Misericordia, aldilà di questo Universo.

Io consacro, questa notte, il vino e il pane, portando la Pietà del nostro Padre Dio.

Nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo, Amen.

Che le vostre voci vengano ascoltate in questo Universo, proclamando i Nomi di Dio.

Vi ringrazio.

Versione PDF